fbpx

VISUAL MERCHANDISING E SHOPPING: LA CITTà DI TREVISO

Sapevate che Treviso si è classificata al terzo posto tra le città italiane più importanti in fatto di design?

Un primato rilevante che testimonia il dinamismo e la contemporaneità di una delle città più interessanti del Nord Italia. Non stupisce, quindi, che anche la moda a Treviso sia una questione molto seria.

Fare shopping a Treviso è davvero appagante: la zona più frequentata da chi è alla ricerca di acquisti di qualità è senza dubbio quella del centro storico, che si snoda tra Corso del Popolo, Piazza dei Signori e via Calmaggiore.

Percorrendo le vie suggestive del centro ci si può spingere anche verso i meravigliosi Musei Civici: è in questa zona che sta fiorendo una moda dallo spirito contemporaneo e cool.

Proprio qui, ad esempio, si nasconde uno dei negozi più popolari di tutta Treviso.

Si tratta di Rione Fontana: un punto vendita di abbigliamento di alta qualità per uomo, che ospita al suo interno i capi delle marche più prestigiose italiane ed internazionali.

rione fontana

Un punto vendita dove si respira eleganza e minimalismo e che, dagli allestimenti, alla divisione degli spazi interni fino alla vetrina mostra ricercatezza.

A pochi passi da Rione Fontana, in Via Martiri della Libertà, ecco che anche la donna alla ricerca di stile moderno può trovare un’offerta nuova e frizzante: è quella di Beige Oliva Chiaro, una boutique che già dal nome ispira voglia di sorprendere.

Beige Oliva Chiaro_

Cosa accomuna questi due punti vendita?

La capacità di stupire i clienti con un impatto estetico forte e convincente. Vetrine ben costruite, i colori e le luci giuste, la scelta dei prodotti da esporre e spazi interni accoglienti e seducenti trasformano un negozio da un semplice punto vendita ad un’esperienza da vivere.

Il merito del successo va al Visual Merchandiser: è questa figura che si occupa del marketing del punto vendita e che ne cura il look.

Vuoi diventarlo anche tu? Scopri il nostro corso online: è on demand, pratico e smart e lo puoi seguire da remoto.

TREVISO ED IL VISUAL MERCHANDISING

HABITAT STORE

Minimal, ma non banale. Curato nel dettaglio, attento alle tendenze. Così si presenta Habitat Store, punto di riferimento per tutti quelli che delle sneaker, ne hanno fatto uno stile di vita. Ma anche per le persone che ricercano un determinato look in un accessorio.

HABITAT_

L’obiettivo di Habitat è quello di affermarsi a Treviso (e successivamente nel Veneto), come un vero e proprio “luogo di culto” dove la caccia alla scarpa perfetta ed il confronto con lo stile moderno, siano pane quotidiano.

L’accurata ricerca di mercato svolta in Store, garantisce una scelta precisa, attenta alle tendenze, che coinvolge un vasto pubblico di clienti: dai ragazzi con fascia d’età 15/18 alla ricerca di una sneaker sbarazzina ma con una linea immediatamente riconoscibile, ad un range di 40 anni con una classicità immediata, che lo contraddistingua anche con il look più casual.

La scelta della scarpa è un momento di puro divertimento, se condiviso con qualcuno che nella professionalità, mette passione. La stessa usata da Habitat Store durante la guida al cliente. Raccontare la storia della sneaker, capire l’esigenza di chi entra in negozio, sono passaggi fondamentali per centrare il bersaglio.

La cura per il dettaglio è d’impatto potente anche nell’eStore. Un sito web preciso, dove chi sa già cosa acquistare, può farlo in tutta chiarezza e semplicità. I migliori brands del momento sono esposti come in una vetrina, senza disordini.

Ma Habitat Store, è immediato anche nell’allestimento, curato da un Visual Merchandiser. Al suo interno, lo spazio dalle linee inconfondibili e minimaliste, lo rendono un museo dello streetwear. Scarpe, vestiti ed accessori perfettamente posizionati, garantiscono un impatto visivo di completo ordine studiato.

Curiosi di saperne di più su Habitat Store? Leggete l’intervista!

HABITAT__

Quale mood vuole trasmettere il concept del vostro Store, chi è il vostro cliente tipo? “Ciò che vorremmo trasmettere con il nostro store è la passione per le sneakers. Essendo un appassionato ed un collezionista vorrei che il negozio diventasse un punto di riferimento per Treviso e poi per il Veneto. Non vogliamo che sia solo un semplice negozio in cui comprare un paio di scarpe, ma un posto in cui andare per trovare prodotti esclusivi, non presenti in altri negozi della zona, e per discutere di sneakers. Non abbiamo un cliente tipo poiché riusciamo a coprire la maggior parte delle richieste: dal ragazzino di 15/18 attento al trend del momento, al signore di 50/60 anni che cerca qualcosa di comodo per camminare ma al tempo stesso che non sia il classico paio di ‘scarpe da ginnastica’ che si trova nella grande distribuzione, passando per il 30enne appassionato del settore.”

Qual è il vostro valore aggiunto che vi permette di conquistare il vostro vastissimo pubblico? “Penso la conoscenza del settore. Non siamo il classico negozio che tratta le sneakers perché ora sono una moda. Cerchiamo di esprimere la nostra passione individuando il modello giusto per ogni cliente: spiegando il modello, raccontandone la storia e qualche curiosità, e cercando di capire le necessità del cliente. Penso ci aiuti anche la proposta di alcuni brand di nicchia di sneakers e streetwear che non molti conoscono, oltre alla proposta dei brand main stream.”

Su quali canali pubblicitari preferite investire? “A livello di pubblicità, al momento, puntiamo molto sui canali social. Abbiamo provato anche ad investire in altre vie come inserzioni sui quotidiani o simili ma non ha pagato molto. Godiamo però della pubblicità gratuita che a volte i quotidiani locali ci fanno pubblicando un articolo relativo alla nostra inaugurazione, o alla presentazione di nuovi progetti come la sneakers laundry, tanto da farci arrivare su testate come GQ piuttosto che in diretta su radio deejay.”

Come cambiano gli acquisti? “Dallo Store al Web. Nel web è più facile perché chi compra online di norma sa cosa vuole, molto spesso conosce già la propria taglia, quindi va a colpo sicuro. Bisogna solo preoccuparsi di evadere il suo ordine il prima possibile e fargli arrivare il prodotto quanto prima. In store è più difficile e bisogna avere più pazienza, ma la tempo stesso è più gratificante avere un contatto diretto con il cliente, e consigliarlo sull’acquisto in base alle sue esigenze. Dà molta soddisfazione quando il cliente si fidelizza e torna sempre da noi a comprare, cosa che online accade molto di rado.”

Qual è o quali sono i vostri prodotti e marchi Best Seller? “Prodotti e brand best seller cambiano di stagione in stagione, in base anche al lavoro di marketing e comunicazione effettuato a monte dalle aziende. Questa stagione per dire Vans è andata molto bene, mentre la stagione scorsa Adidas e Reebok sono state sicuramente una spanna sopra le altre. È molto variabile.”

Per la creazione dei vostri allestimenti interni e suddivisione delle aree del punto vendita, avete un Visual Merchandiser all’interno del vostro staff che se ne occupa? “Si abbiamo nel nostro staff una persona che se ne occupa.”

In che modo gestite l’allestimento dei prodotti? “L’allestimento dei prodotti vogliamo che sia sempre ordinato e il più minimal possibile. Vogliamo che il cliente quando entri abbia una visione panoramica del negozio, ma al tempo stesso che colga subito ogni singolo pezzo. l’abbigliamento lo dividiamo per brand, e cosi anche le sneakers (che hanno un intera parete a loro dedicata) sono divise sulle varie mensole per brand o tipologia. non ci sono mai piaciuti quei negozi troppo pieni di prodotti disposti anche in maniera confusionale. Motivo per il quale ci siamo anche spostati in un locale più grande non appena abbiamo iniziato ad aggiungere brand e prodotti. Ovviamente se vogliamo dare più risalto ad un prodotto piuttosto che ad un altro, soprattutto per quanto riguarda le sneakers ( ad esempio quando c’è il lancio di un nuovo modello) gli dedichiamo un’intera mensola in modo che risalti di più all’occhio del cliente.”

Avete un calendario condiviso con i responsabili del marketing dei brand che vendete? “Non proprio, o meglio i brand più conosciuti tipo Adidas, Reebok, Diadora, Asics ci forniscono il loro calendario delle uscite principali. Calendario che va rispettato per la pubblicazione sull’e-commerce del prodotto piuttosto che per la messa in vendita in negozio. Ci sono poi dei prodotti su cui puntano di più,e allora il lancio è più ‘sentito’ tanto che forniscono anche il materiale per la vetrina da fare in occasione del lancio, altri prodotti che invece pur avendo una data di uscita vengono valorizzati di meno (magari per dare spazio e puntare tutto sul modello nuovo) e allora il discorso della data di uscita passa un po in secondo piano. per quanto riguarda i brand di nicchia non forniscono un calendario preciso, sappiamo che quando inviano la merce la possiamo esporre.”

Da dove nasce l’ispirazione per la realizzazione delle vostre vetrine? “Per la realizzazione delle nostre vetrine prendiamo ispirazione dai prodotti stessi. Se decidiamo un prodotto singolo da esporre piuttosto che un brand cerchiamo di raccontare la storia di quel prodotto o di quel brand attraverso la vetrina. La vetrina di un negozio è il suo biglietto da visita quindi vogliamo che il cliente si accorga di noi e si soffermi a guardare la nostra vetrina con attenzione, venendogli poi voglia di entrare a scoprire il resto del negozio. Facciamo anche spesso viaggi in Asia soprattutto in Giappone e li troviamo sempre ispirazione per nuove idee di esposizione sia per quanto riguarda la vetrina che l’allestimento interno del negozio.

Qual è stata l’istallazione vetrina che vi è rimasta nel cuore? “Credo due: una molto minimal ma con dei pois che partivano da terra e salivano su tutto il vetro della vetrina (lasciando spazio per vedere bene i prodotti ovviamente!) e un altra invece molto scenica in cui veniva riproposta con una giungla con le monkeylamp di seletti ( scimmie in resina bianca in diverse posizioni con in mano sempre una lampadina). Ogni tanto infatti le riproponiamo con qualche modifica perchè ci piacciono veramente molto e vediamo che attirano subito l attenzione dei passanti (cosa fondamentale!)”

Progetti per il futuro? “Dopo aver lanciato il primo servizio di lavanderia per sneakers in Italia, inizieremo a breve un progetto che chiameremo ‘sneakers museum’ in cui esporremo in negozio in teche dedicate, modelli di sneakers limited edition del passato o recenti, raccontandone la storia e le caratteristiche.”

CONTATTI HABITAT STORE

Via Santa Margherita, 4a – 31100 Treviso
Tel: +39 0422 305446
www.habitat-store.com
info@habitat-store.com